TITOLI DEL MESE
KEN FOLLETT
LA CRUNA DELL’AGO
STORIA
LA CRUNA DELL’AGO
1944, Seconda guerra mondiale. Mancano poche settimane al D-Day e gli Alleati hanno radunato una finta armata aerea e navale nell’East Anglia, in modo da dirottare l’attenzione dei tedeschi verso le spiagge di Calais e allontanarla dalla Normandia, dove è previsto lo sbarco. L’inganno pare funzionare, ma basta che un agente nemico, uno soltanto, scopra la verità e la storia potrebbe cambiare per sempre. Il nome in codice dell’agente è «Die Nadel», l’Ago, perché l’arma con cui uccide è uno stiletto. Scelto da Hitler, a cui risponde direttamente, è un uomo di straordinaria intelligenza, che vive in incognito a Londra e della cui esistenza il servizio segreto inglese non si è mai accorto. L’Ago adesso ha scoperto il vero luogo dello sbarco e, se riuscirà a raggiungere la Germania, gli Alleati andranno incontro alla disfatta. Ma un ufficiale del servizio inglese di sicurezza e una giovane donna fuori del comune faranno di tutto per impedirglielo…
L’AUTORE
KEN FOLLETT
È nato a Cardiff nel 1949 e vive a Londra con la moglie Barbara. Laureatosi in filosofia all’University College di Londra, ha lavorato come giornalista. La sua straordinaria carriera di scrittore inizia nel 1978 con La cruna dell’Ago. Tra i suoi romanzi più recenti ricordiamo la trilogia «The Century» (La caduta dei giganti, L’inverno del mondo, I giorni dell’eternità), Mondo senza fine, I pilastri della Terra, Nel bianco, Il volo del calabrone.
QUANDO LEGGERLO
ORARIO
Dopo pranzo
LUOGO
Sul treno
UMORE
Quando serve un nemico da stanare
SENTIMENTI
Sul filo del rasoio
CONSIGLIATO
A chi vuole una missione
TITOLI DEL MESE
VANESSA DIFFENBAUGH
IL LINGUAGGIO
SEGRETO DEI FIORI
STORIA
IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI FIORI
Victoria ha paura del contatto fisico, delle parole – le sue e quelle degli altri – e soprattutto ha paura di amare e lasciarsi amare. C’è solo un luogo in cui tutti i suoi timori sfumano nel silenzio e nella pace: il suo giardino segreto nel parco di Potrero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa e la sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine. Perché lei non ha avuto una vita facile: abbandonata in culla, è passata da una famiglia adottiva all’altra. Fino allo sconvolgente incontro con Elizabeth, l’unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. Grazie a questo magico dono Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l’anima. Ma lei non ha ancora trovato il fiore capace di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L’unico in grado di estirparla è un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei.
L’AUTORE
VANESSA DIFFENBAUGH
È nata a San Francisco nel 1978 ed è cresciuta in California, dove si è laureata a Stanford in scrittura creativa e in educazione artistica. è impegnata nell’insegnamento a favore di giovani a basso reddito e partecipa attivamente ad associazioni no-profit per giovani a rischio e senzatetto. Ha fondato l’associazione Camellia che ha lo scopo di favorire l’affidamento dei giovani in condizioni difficili. Vive a Cambridge, Massachusetts, con il marito e tre figli. Il linguaggio segreto dei fiori è stato il suo primo romanzo.
QUANDO LEGGERLO
ORARIO
Prima di dormire
LUOGO
A letto
UMORE
Quando il mondo non ascolta
SENTIMENTI
Una brezza profumata
CONSIGLIATO
A chi vuol farsi capire
Al cuore del romanzo
centauria